Bilancio

Quali sono gli adempimenti contabili per una corretta gestione contabile dell’attività istituzionale?

Un’associazione sportiva dilettantistica o un’associazione di promozione sociale non è tenuta a rispettare adempimenti contabili specifici se svolge esclusivamente attività istituzionale.

Tuttavia, vi è l’obbligo di redigere e approvare annualmente un rendiconto economico e finanziario sia per l’attività istituzionale sia commerciale indipendentemente dal regime di contabilità adottato (ordinaria, semplificata o forfetaria).

Nel caso di esercizio esclusivo di attività istituzionale sarà sufficiente la semplice rilevazione dei movimenti complessivi per cassa e o banca (cioè nel momento in cui vengono effettuati i pagamenti e si ricevono i versamenti), registrati di volta in volta durante l’esercizio su di un apposito registro (prima nota).Non esiste un formato specifico per cui può essere utilizzato un formato cartaceo o digitale, a seconda delle dimensioni dell’associazione stessa.

Il rendiconto annuale, che solitamente è redatto dal consiglio direttivo entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, per poi essere approvato dall’assemblea dei soci dovrà riassumere le vicende economiche dell’associazione.

Il rendiconto (o più semplicemente bilancio) di u’associazione non deve essere sempre uguale a zero. Tuttavia è doveroso sottolineare che il risultato di gestione non potrà essere mai rappresentato da un utile o da una perdita, nel senso tecnico-giuridico del termine, cosi come i soci non potranno aspettarsi una quota dell’eventuale attivo di bilancio.

Il risultato sarà dato invece da un avanzo o disavanzo di gestione che dovrà obbligatoriamente essere riportato al nuovo esercizio quale incremento o decremento del fondo iniziale. 

A tal fine si ricorda che il divieto di distribuzione degli utili (legge 289/2002 e succ.modifiche) non implica che il bilancio debba sempre risultare in pareggio o peggio ancora in passivo. Il bilancio può presentare un attivo che peraltro dimostra la salute dell’associazione.

Attivo che come già detto non può essere distribuito tra i soci ma che dovrà essere iscritto come prima voce del nuovo esercizio.


Torna alla Pagina iniziale “Servizi


FAQ

1 – Nuovi Servizi