Angels Padova come una… Ferrari. Vincono e sorpassano le Golosine in testa alla classifica. Camilla Ferrari la migliore a referto. Federica Martelli è la regina delle triple, serata nera per l’Ms Group..

Guardate! Su nel cielo! E’ un aereo. È un razzo. No è Superman. Neanche questo, è l’elicottero che decolla o atterra dalla base di elisoccorso di Verona, situata proprio di fronte, diciamo pure a due passi dalla palestra dove le Golosine di casa e le Angels di Padova si sono contese il primo posto del girone padovano/veronese del Panaf. E allora ecco la folata di aria fresca che entra in palestra, perché i più piccoli tifosi presenti alla partita, appena sentito il rumore delle eliche… pronti ad aprire il maniglione della porta dietro al canestro e via, tutti con il naso all’insù a vedere quello che magari loro hanno in casa come modellino o giocattolo vale a dire l’elicottero partire.. Si va beh, dai, si poteva anche dire: è un aereo, no è Superman. Macché!  Sono le Angels che danno spettacolo, ma non va bene, si mancherebbe di rispetto prima di tutto alle Golosine, poi allo spirito del torneo stesso. Diciamo solo che le Angels terminano prime nel loro girone a pari punti con le veronesi. Le quindici giocatrici di Mujelli sono punite solo nel punteggio,  giocano una buona pallacanestro, circolazione di palla, uno contro uno sotto canestro, si costruiscono buoni tiri ma ne sbagliano anche tanti.  Angels con la nuova divisa, ti chiedi se hai sbagliato palestra ma poi vedi posture, meccanica di tiro e sorrisi e capisci di essere nella palestra giusta. Sono in due a sfidare  dalla distanza Federica Martelli per il tiro da tre. Anna Bendazzoli e Luisa Zamperini ma Federica fa capire subito che il trono è suo con due bombe di fila. Gabriella Morelli le sta dietro con due sigilli dall’arco. La squadra di Giovanna Guidali ha tre giocatrici impressionanti in fatto di fatturato di punti, la Stella… Luisa, Camilla Ferrari e la loro capitana Martelli (45 punti in tre sui 68 complessivi). Poi ci sono l’eleganza e i chilometri sul parquet di Laura Brigo che in difesa ha braccia che arrivano ovunque, tre giocatrici in grado di giocare da play, la capitana, Silvia Grotto e l’altra Silvia, Bisoffi. Nelle Golosine il risultato punisce eccessivamente il talento della capitana Pamela Mazzocco, la forte play Elisa Casagrande e le mani morbide di Zamperini e Bendazzoli. Non per niente prima della domenica sera “nera” le scaligere della Ms Group erano prime imbattute del girone.   (Thomas Maschietto)

MS GROUP GOLOSINE – ANGELS PADOVA 33-68

MS GROUP GOLOSINE: A. Bendazzoli 6, L. Zamperini 2, F. Leoni 2, E. Bazzoni 2, G. Barbieri, I. Canfarelli, P. Mazzocco 2, C. Cattabianchi 2, A. Rancan 2, E. Casagrande 6 (una tripla), F. Sasso 2, G. Morelli 7 (due triple), L. Mattiuzzo. Allenatore: Simone Majelli

ANGELS PADOVA:  Silvia Grotto 9, Maria Sofia Ravagnan 4, Camilla Ferrari 18 (due triple), Laura Brigo 4, Federica Martelli 16 (4 triple), Fiore De Rosas 4, Silvia Bisoffi, Zvinca Ostapyuk 2, Luisa Stella 11 (una tripla). Allenatrice: Giovanna Guidali

Note: parziali: 11-20, 18-38, 27-57.

Classifica realizzatrici delle due squadre al termine del campionato regolare in attesa dei play off

MS GROUP GOLOSINE: Anna Bendazzoli 79 punti, Francesca Brito Mendoza 32 punti, Elisa Casagrande 30 punti, Gabriella Morelli 28 punti, Chiara Cattabianchi 26 punti, Luisa Zamperini 25 punti, Pamela Mazzocco 15 punti, Erika Soso 12 punti, Agnese Rancan 11 punti, Francesca Sasso 11 punti, Francesca Brutti 10 punti, Giulia Barbieri 5 punti, Laura Mattiuzzo 4 punti, Giulia Fusini 2 punti, Elena Bazzoni 2 punti, Fabiana Leoni 2 punti, Irene Canfarelli, Paola Righetti.

ANGELS PADOVA: Luisa Stella 81 punti, Federica Martelli 59 punti, Camilla Ferrari 57 punti, Laura Barcaro 45 punti, Silvia Grotto 44 punti, Fiorenza De Rosas 18 punti, Silvia Bisoffi 17 punti, Caterina Kulik 11 punti, Anastasija Markovic 10 punti, Francesca Franzoi 7 punti,  Laura Brigo 6 punti, Zvinca Ostapyuk 6 punti, Sarah Gherardo 4 punti, Margherita Tovazzi 1 punto, Chiara Pizzoccaro, Maria Vittoria De Gregorio, Carlotta Toninato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *