KAADI_19 Kid Acqua Alta Discovery International 2019

Una collaborazione fra ARPAV e  la nostra organizzazione Wigwam _Venice Resilience Lab per un progetto di co-esplorazione lagunare dal titolo  KAADI_19,  Kid Acqua Alta Discovery International, ed ACSI Venezia, che coinvolge la Laguna di Venezia e i comuni di gronda lagunare toccati dalla marea nei giorni dal 4 al 10  nov 2019 e settimane precedenti.

Il progetto e’ stato impostato  assieme al prof Jorg Imberger, gia’ direttore del Centro Ricerche Idriche della Universita’ della Western Australia di Perth ed eminete esperto mondiale  di gestione delle risorse idriche e problemi sociali legati alle risorse idriche nell’ambito di un partnerariato internazionale in via di formazione dal titolo: EarthBook  for Connecting Human to Natureche vede coinvolte  le principali baie e corpi d’acqua del mondo, tra cui in Italia la laguna di Venezia e i fiumi del bacino scolante, il Delta del Po, la Laguna di Orbetello e di Grado, con lo scopo di creare una maggiore consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni sull’ambiente.

L’azione e’ mirata  soprattutto ai bambini dai 6 ai 12 anni e consiste in attivita’ di monitoraggio ambientale  e confronto delle risultanze con i dati forniti dai modelli  matematici di previsione meteo-marina e ambientale in uso presso le istituzioni di governo del territorio , tra cui la sua per le previsioni meteo e lo stato dei corpi d’acqua regionali.

KAADI_19, la prima attivita’ che avra’ il suo culmine  il 4 novembre , ricorrenza della grande acqua alta del ’66,  sara’ l’occasione per presentare  EarthBook alla comunità’  internazionale ed ai media, anche allo scopo di autofinanziare le future attività’ per almeno tre anni. Il costo  stimato e’  di circa 300.000 euro all’anno per nuovi posti di lavoro  legati alla ricerca e comunicazione ambientale e alla partecipazione sociale inclusiva attraverso la scienza dei cittadini, la cura e coltivazione sostenibile delle risorse naturali e in generale in tutto un insieme di attività’ mirate a sperimentare la convenienza della collaborazione.

Sono queste attività’  che facilitano relazioni   fiduciarie dei cittadini fra di loro e  con le istituzioni,  aderenti ai recenti indirizzi programmatici e alle  direttive generali della  EU, in tema di  Adaptive Co-Management a tutti i livelli, compreso quello di formazione e sviluppo dei partnerariati (cfr. in allegato la bozza di scheda concettuale dell’iniziativa in Italiano e in Inglese con alcune schede divulgative predisposte per promuovere la partecipazione del Comune di Codevigo con il Fiume Brenta).

La principale attivita’ del KAADI_19 del 4 novembre,  consisterà’ nella misura simultanea per 12 ore della propagazione della marea e dell’eventuale sovralzo da vento in tutta la laguna e corsi d’acqua direttamente o indirettamente ad essa  collegati.

Prevediamo la partecipazione di alcune decine di classi delle scuole del territorio accompagnati dai loro maestri. Le misure consistono nella lettura o foto di aste idrometriche ogni 10 minuti per evidenziare simultaneamente su tutto il territorio il livello della marea  e trasmetterlo al Centro Maree del Comune di Venezia e/o al Centro Regionale della protezione Civile o dell’Arpav, questi centri restituiranno a ciascun bambino le loro letture aggiornate riportate assieme alla previsione di marea nelle localita’ principali piu’ vicine.

Le aste rimovibili saranno installate nei giorni precedenti e approfittando di periodi di quadratura ed in assenza di vento , il loro zero sara’ riferito allo zero ufficiale di Venezia Punta della Salute  (il medio mare del 1875 che ora si trova a circa 30 cm sotto il livello del medio mare attuale).

Nei giorni successivi  sara’ redatto e distribuito il rapporto con i risultati delle osservazioni simultanee in termini di : ritardo della marea e sue attenuazioni e amplificazioni, a causa del vento, le ragioni degli eventuali  scostamenti fra modello e misure.

In alcuni punti singolari saranno rilasciati dei drifter (traccianti di corrente) per mostrare la dispersione degli apporti fluviali in laguna e l’apporto di acqua nuova dalle bocche di porto. Infine in alcuni punti salienti si misurera’ il flusso delle acque in m3/s con dispositivi analogici: visualizzando lo scostamento di emersione  (rispetto alla risalita verticale in assenza di corrente) di una cortina di piccole bolle rilasciate sul fondo del canale.

I modelli di previsione di vento, livello, corrente potranno essere quelli impiegati nella Baia di Perth o quelli istituzionali del centro meteo di teolo, del centro maree e del Provveditorato , di Ispra.

In quella settimana Wigwam_Venice resilience Lab ospitera’ oltre al prof Jorg Imbergher e ing. Luciano Pontiggia dall’Australia, l’ing Doug Levin esperto di Citizen Science, raggiugendo con le sue iniziative oltre 12.000 bambini all’anno nel solo stato del Maryland, Ing. Massimo Ciarla da Washington,e altri partner che si stanno preparando per essere a Venezia dal 4 al 10 Novembre.

Considerato l’eccellente lavoro che ARPAV Educazione e Citizen Science sta gia’ svolgendo, io e il mio direttore Efrem Tassinato vorremmo incontrarla nei prossimi giorni di questa settimana per esplorare assieme le migliori modalita’ di collaborazione a tutti i livelli, da quello tecnico operativo a quello di sviluppo progettuale  dell’iniziativa che e’ in progress sia a livello  locale e che a quello globale.

Giovanni Cecconi 

Direttore del Venice Resilience Lab e  Wigwam^ International Climate Change Network

Coordinatore della proposta di progetto EU Life RETIDE con la Consulta della Laguna Media.

Attivatore del  Partnerariato   Anticipazione del Futuro  della Navigazione a Venezia con  Skopie

Start-up dell’Univ. di Trento

 

 

1 thought on “KAADI_19 Kid Acqua Alta Discovery International 2019

  1. Gianmichele

    un’iniziativa sportivo didattica dove l’ACSI VENEZIA investira’ molto del suo know how in un progetto a cui crede moltissimo.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *